Arrivo
Partenza
 
Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)Deutsch (DE-CH-AT)French (Fr)

Effettua una Prenotazione

Visita le Camere

Ultime Offerte


Campanile di Giotto
Il Campanile della Cattedrale di Santa Maria del Fiore, più comunemente noto come Campanile di Giotto, insieme alla bellissima Cupola del Brunelleschi, sono i monumenti più evidenti della città di Firenze, da qualsiasi punto panoramico la si guardi.

Forse anche per questo motivo sono divenuti simbolo della città nel mondo. Il Campanile in particolare è considerato da molti il più bello d'Italia.

La sua costruzione fu iniziata nel 1334 dal notissimo artista e pittore Giotto, che tuttavia morì tre anni più tardi e non poté mai vedere la sua opera portata a termine. 

A prendersi carico dei lavori dopo la morte di Giotto fu Andrea Pisano, ma l'onore di portare a termine i lavori fu dell'architetto Francesco Talenti, nel 1359. L'edificio, che presenta una struttura a pianta quadrata, è alto 84,70 metri ed è la più alta testimonianza dell'architettura gotica fiorentina del Trecento, che pur nello slancio verticale non abbandona il principio dell'orizzontalismo e della sodezza. Di enorme impatto il ciclo scultoreo che decora il Campanile in tutta la sua altezza.

Si tratta di una mirabile sintesi del pensiero filosofico e teologico dell'epoca sul cammino di civilizzazione dell'uomo, dal momento della sua creazione fino alla conquista del beneplacito divino grazie all'applicazione delle arti e delle tecniche con intelligenza e buona volontà. Interessante la parte ovest del campanile (quella che guarda via de'Calzaiuoli) dove è stato riservato un largo spazio alla rappresentazione dell'astronomia e dove si possono ammirare i corpi celesti così come erano immaginati dall'astronomia medievale.