Arrivo
Partenza
 
Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)Deutsch (DE-CH-AT)French (Fr)

Effettua una Prenotazione

Visita le Camere

Ultime Offerte


Chiesa della SS. Annunziata
La Chiesa, sorta sul preesistente oratorio dei Servi di Maria (1235) e iniziata nel 1440 da Michelozzo e Pagno Portigiani, venne poi riveduta dall'Alberti che vi lasciò la famosaTribuna.

Dalla facciata, ornata dalle armi di papa Leone X de Medici affrescate dal giovane Pontormo, si accede a tre ambienti: a destra la Cappella dei Pucci o di San Sebastiano; a sinistra il Chiostro dei Morti, ampio e affrescato fra gli altri da Andrea del Sarto (Madonna del Sacco); al centro il Primo Chiostro, o Chiostrino dei Voti, edificato da Michelozzo e totalmente affrescato dai maestri della pittura fiorentina manierista del primo '500: Rosso Fiorentino, Pontormo, Franciabigio e Andrea del Sarto.

L'interno, disegnato dall'Alberti ma ricoperto da una fastosa decorazione barocca, è composto di una sola navata dall'ampia cupola. Il soffitto barocco è opera di P.Giambelli su disegno del Volterrano (sec. XVII). Le cappelle laterali ospitano affreschi di Andrea del Castagno, un'Assunta del Perugino, una Resurrezione del Bronzino, sculture del Giambologna e, nel transetto, una Deposizione in marmo di Baccio Bandinelli.

Entrando, sulla sinistra, si trova un tempietto marmoreo disegnato da Michelozzo (1448-61) in onore dell'affresco dell'Annunciazione, opera esposta ai fedeli ogni anno il 25 marzo, giorno dell'Annunciazione appunto. Il viso di Cristo nella reliquia è opera di Andrea del Sarto.

Nelle cappelle della navata sinistra possiamo ammirare il Padre Eterno con San Girolamo e la Trinità di Andrea del Castagno. Dal Chiostro dei Morti si accede alla Cappella di San Luca, protettore dei pittori, in cui giacciono Cellini, Pontormo, Franciabigio, Bartolini ed altri maestri.